Ducati 851 SP 2 – 1990

15.000

Descrizione

La nostra Ducati 851 SP 2 è immatricolata nell’anno 1990, iscritta Asi, quindi completamente originale, con 24.000 km e qualche piccolo segno del tempo, ma nel complesso una moto che ci emoziona per la sua bellezza. Ha avuto solo 2 proprietari, il secondo per la quasi totalità della vita della moto. Ricordiamo che possiede targhetta numerata, e che ne sono state prodotte solo 250 esemplari. Il seguente anno altri 250 modelli sono stati creati per partecipare alla Superbike. Geniale la serie numerata che ancora contraddistingue Ducati rispetto ad altre case blasonate. La casa d’aste Bohams a Las Vegas nel 2018 ha presentato una 851 SP 2 a 13.000 €, battendo la vendita a ben 19.000 euro.

Storia della Ducati 851 SP 2

La Ducati 851 SP 2 è un modello di motocicletta presentato dalla casa motociclistica Ducati nel 1987 e progettato dall’ing. Massimo Bordi ed è stato il primo modello nuovo presentato dopo l’acquisizione della stessa da parte della Cagiva, avvenuta nel maggio 1988. Il nome 851 è l’esatta cilindrata del motore, e inaugura la tradizione Ducati, riservata alle sportive stradali, di utilizzare questo dato per dare il nome al modello.

Nel 1990 viene portata in gara da Giancarlo Falappa e Raymond Roche nel team ufficiale. Il francese Roche che conquista nella stessa stagione il primo mondiale piloti per la Ducati. Nel complesso i due piloti realizzano con questo modello nove vittorie, otto di Roche ed una di Falappa.

Il primo prototipo del Desmoquattro fu realizzato con la collaborazione della Cosworth sulla base della Ducati 750 F1 adottando un basamento rinforzato accoppiato a cilindri con alesaggio maggiorato a 92 mm (cilindrata totale 851 cc) e le teste e le valvole del prototipo furono ritoccate per adeguarsi ad esso. A partire dal 1988 l’adozione delle ruote giuste con cerchio da 17 pollici, e tutta una serie di ritocchi alle sospensioni e al motore, risolsero i problemi di gioventù di questa moto, ora dipinta con la classica livrea “rosso corsa”, decretando la nascita di una delle moto sportive più apprezzate e vincenti di quei tempi.

FOTO

Go Top